Tenere in pugno l'iniziativa politica

di Giovanni Scuderi


Là dove siamo presenti, nei luoghi di lavoro, di studio e di vita, dobbiamo tenere in pugno l'iniziativa politica. Sempre, ogni giorno e con continuità, non in maniera saltuaria e frammentaria. Per le questioni ordinarie e per le questioni straordinarie. Non solo sul piano della propaganda (diffusioni e affissioni), ma anche sul piano dell'agitazione e delle denunce politiche e sindacali nel lavoro di massa. Non solo nelle grandi occasioni e durante le mobilitazioni delle masse locali, provinciali, regionali e nazionali.
Solo un lavoro costante e quotidiano può dare i suoi frutti. Un lavoro legato alla realtà e alla problematica sociale in cui viviamo e operiamo.
Un lavoro di tipo sindacale, studentesco e sociale. Un lavoro politico che tenga costantemente sotto tiro la giunta della propria città. Bisogna calarsi profondamente nella propria realtà economica, sociale e politica per esprimerne i problemi e i bisogni. Bisogna sempre di più entrare in merito alle questioni specifiche della propria città, quartiere, fabbrica, scuola, ateneo.
Questo è l'anello mancante, in generale, del nostro lavoro di massa. E ciò condiziona gravemente lo sviluppo del Partito a livello locale e nazionale. "Bisogna quindi con urgenza forgiare e saldare agli altri anelli l'anello del lavoro locale, specifico, senza il quale è ben difficile che le masse ci riconoscano come i loro rappresentanti" (Documento del CC del PMLI del 20.02.88).
In ogni luogo di lavoro, di studio e di vita ci sono dei problemi, delle rivendicazioni e delle contraddizioni ai quali va data la nostra risposta. Specie quando nessuno si muove e le masse hanno bisogno di qualcuno che le organizzi e guidi, oppure quando è necessario risvegliarle e invitarle alla lotta.
In ogni luogo di lavoro, di studio e di vita dobbiamo essere degli agitatori, dei combattenti di prima linea, degli organizzatori delle masse e delle lotte. Mai dobbiamo starcene con le mani in mano e vivere al rimorchio degli eventi. Dobbiamo prendere l'esempio dai compagni e dalle istanze più combattivi e imparare dalle esperienze più avanzate del Partito.
Specialmente ora che si preannunciano delle grandi battaglie politiche, elettorali e referendarie dobbiamo capire che è assolutamente necessario tenere in pugno l'iniziativa politica.

(Articolo di Giovanni Scuderi, Segretario generale del PMLI, pubblicato su "Il Bolscevico" n 2 del 19/1/1995)